Benvenuti in MappeSonore

La musica costruisce spazi: amplia la dimensione del luogo in cui ci troviamo verso ambienti definiti dall'interazione tra le qualità armoniche e timbriche del suono, dalla sua riconoscibilità geografica e dalla nostra capacità creativa.

Da qualche stagione (ormai qualche decennio) la musica sta andando dappertutto: ha preso a sgorgare da miriadi di sorgenti, a scorrere lungo percorsi molteplici, a combinarsi senza inibizioni in forme imprevedibili. La deflagrazione dei sistemi stilistici ha portato alla molecolarizzazione dell'universo sonoro. Non più, quindi, musica connotata "ideologicamente" e il cui segno primario era comunitario e la poetica di gruppo e di situazione, quanto piuttosto una proiezione a scandagliare i fondali del'identità soggettiva.

Mappe sonore è un progetto per l'esplorazione e la costruzione di territori sonori contaminati, dove l'azione di chi ascolta e di chi attraversa riproduca e moltiplichi le contaminazioni tra territori diversi, spostandosi tra nodi sensibili legati a territori musicali diversi. Il suolo è una mappa della terra sensibile agli spostamenti di chi lo attraversa ed emette suoni diversi a seconda dell'area geografica dove si trova.

© 2003 - 2021 Maurizio Galdiolo - E-mail: grog53@gmail.com